Tecnologie

Dettaglio dell'articolo:

giovedì 08 novembre 2012

Convertitori multimediali

I supporti per rete Ethernet si dividono principalmente in due categorie:

a) Cavi a doppino: costituiti da due fili conduttori in rame intrecciati per cancellare le interferenze elettromagnetiche da fonti esterne. Nei cavi moderni si hanno due o quattro coppie di fili intrecciate tra loro.

Vengono identificati via una denominazione composta da :

  • velocità di trasmissione in Mbit/s
  • il codice BASE che sta per base-band, cioè l'intervallo di frequenze in cui opera
  • la sigla T per indicare che i cavi sono intrecciati (twisted) a doppino

I tipi più diffusi sono:

10BASE-T

100BASE-T

1000BASE-T  = gigabit Ethernet

Un'ulteriore evoluzione dello standard è costituita dalla Fast Ethernet, che viene indicata aggiungendo un suffisso X alla denominazione.

I tipi più diffusi sono:

10BASE-TX

1000BASE-TX

Il connettore standard per questi cavi è il modulare 8P8C, tra i quali il più diffuso èl' RJ-45

compralo su domuswire

 

b) Fibre ottiche: sono fibre flessibili e trasparenti, di vetro (silice) o plastica. La luce viene trasmessa tra diersi punti della fibra che agisce come una guida d'onda tramite un rivestimento riflettente che fa riflettere un raggio luminoso da un punto ad un'altro lungo la medesima direzione all'interno della fibra.

Le fibre che hanno più modi (o cammini) di trasmissione del segnale sono chiamate fibre multi-modali (MMF), mentre quelle che supportano solo un unico modo sono chiamate fibre monomodali (SMF). Le fibre multimodali hanno generalmente un diametro più ampio, e sono utilizzate per brevi distanze, le fibre monomodali invece hanno un diametro più ridotto e questo consente la trasmissione fino a distanze 50 volte superiori che le fibre multimodali.

Usate per il Fast Ethernet,  si dividono in tipologie con una denominazione simile a quella dei doppini:

100BASE-FX: usano luce a lunghezza d'onda 1300 nm (vicino infrarosso), con due fili distinti per la ricezione e la trasmissione.

100BASE-SX: usano luce a lunghezza d'onda inferiore rispetto alle FX, per cui supportano una distanza minore, ma hanno anche un costo minore. Ci sono due fili distinti per la ricezione e la trasmissione.

100BASE-BX: hanno un filo unico per la ricezione a la trasmissione, i due segnali downstream (dal netwrok verso l'esterno) e upstream (dall'esterno al network) anche lunghezze d'onda diverse. E' necessario che i due segnali siano combinati in un segnale unico da un dispositivo multiplexer, e che quindi il segnale unico sia scomposto nei segnali originari da un demultiplexer.

100BASE-LX10: hanno due fibre monomodali distinte, con lunghezze d'onda simili a quelle delle FX

I convertitori multimediali (file media converters) hanno il compito di collegare tra loro segmenti di rete Ethernet con supporti diversi, ed ogni convertitore opera la conversione da un singolo tipo di rete ad un altro singolo tipo. Alcuni possono includere un modulo SFP.

Convertitore da 10/100Base-TX a 100Base-SX:

compralo su domuswire

Convertitore da Gigabit Ethernet ad un modulo SFP:

compralo su domuswire

Commenti:

Scrivi un commento:

Archivio